Piemonte in festa

Sagre, Fiere, Feste ed Eventi della regione Piemonte


| Altri
  

Barcellona: una citta' tutta da scoprire

Una delle citta' piu' passionali, colorate e vive di tutta europa



Pubblicato il 20/08/2019
Letture: 107
- Commenti: 0

Barcellona è da sempre considerata una delle città più passionali, colorate e vive di tutta Europa. Le sue bellezze sono note anche ai meno esperti di viaggi: la Sagrada Familia, il Parc Güell, la casa Batlló, la Rambla. Ma una volta che le abbiamo visitate, cosa possiamo fare nella capitale catalana? Proviamo a tracciare un itinerario alternativo e capiremo in fretta perché la città è definita come la patria continentale della movida e degli eventi culturali.

Barcellona: una citta' tutta da scoprire

Molto spesso sottovalutato a favore del Parc Güell o della Carratera de les Aigües, il Parc del Guinardò non ha in realtà nulla da invidiare ai suoi “parenti” più famosi. Ubicato a nord-est e facilmente raggiungibile con la linea 4 della metropolitana, questo luogo non è quotidianamente invaso dai turisti e offre una delle viste migliori su tutta la città, oltre alla tradizionale architettura spagnola.

Per gli amanti delle culture extra-europee il consiglio è quello di visitare il tempio sikh denominato Gurudwra Nanaksar. Presenza crescente in Spagna, i Sikh sono una comunità estremamente ospitale e aprono i loro luoghi di culto al pubblico, spesso ammaliato dalla vitalità e dai colori dei rituali tradizionali. In più, se arriviamo all'ora di pranzo, avremo offerto gratuitamente un pasto indiano.

Nostalgici delle fiabe e di Alice nel Paese delle Meraviglie, il Labirinto di Horta è il posto che fa per voi. Nato nel XVIII secolo per volere di un ricco catalano, il giardino ricalca quasi perfettamente il labirinto citato nel romanzo di Lewis Carroll. Il luogo è aperto al pubblico dal 1969, anno in cui i proprietari stipularono un accordo con il municipio, il quale ne acquisì la proprietà e lo rese disponibile alle visite.

Meno conosciuta della Casa Batlló ma non per questo meno spettacolare è la Casa Lleó i Morera. Distante appena 50 metri dalla residenza più famosa, la Casa venne creata dall'architetto Lluis Domènech i Muntaner per assecondare i desideri della ricca Francesca Lleó i Morera, ereditiera della casa che, sfortunatamente, morì prima di vederla completata. Al suo interno è possibile trovare galline libere nel soggiorno, damigelle di porcellana impegnate in pic-nic in cucina e veri e propri racconti intarsiati nel legno.

Spostiamoci in zona porto per visitare il Villaggio Olimpico e goderci un po' della movida catalana. Creato in occasione delle prime Olimpiadi di Barcellona del 1922, quello che una volta era un complesso industriale si è trasformato nel luogo di ritrovo principale della città con discoteche, bar, spiagge e ristoranti tipici. A due passi dalla spiaggia è situato anche il casinò, da anni sede di una delle tappe più importanti dell'EPT, il campionato europeo di poker sportivo. Ma basta spostarsi di qualche centinaia di metri per entrare nella Barcellona più antica. Subito accanto c'è la Barceloneta, quartiere storico dei marinai e dei pescatori. Qui potremo respirare gli odori autentici della città e i suoi colori, e goderci le specialità di pesce tipiche della tradizione catalana.

Tra i luoghi di culto più spettacolari di Barcellona c'è sicuramente il Cimitero monumentale del Montjuic. Progettato dal fenomenale architetto Leandro Albareda, capace di trasformare un terreno pieno di dislivelli come quello della montagna simbolo della città in un luogo ricco di armonia ed equilibrio, ospita la famiglia Batlló e moltissimi personaggi storici catalani.

Se siete appassionati di bellezze naturali non potrete non fare tappa ai giardini Mossèn Costa i Llobera. Stiamo parlando di uno dei giardini tematici più importanti d'Europa con i suoi oltre 6,5 ettari di estensione e con circa 800 esemplari diversi di flora tra cui cactus, piante grasse, palme e differenti arbusti esotici subtropicali.

Per chi ama arte, musica e cinema, la tappa obbligatoria è il Mau Mau. Si tratta di un vecchio magazzino ristrutturato per ospitare ogni genere di evento culturale, dai concerti alle mostre fotografiche fino ad arrivare alle proiezioni cinematografiche. Tra gli edifici riconvertiti spicca anche la Fondazione Vila Casas con i suoi 4000 metri dedicati a installazioni ed esposizioni. Ex fabbrica di cotone, è oggi uno dei principali punti di riferimento di Barcellona per l'arte contemporanea. All'interno ci sono anche ampi spazi per laboratori e sperimentazioni in diretta.

Photo by skaramelka / Pixabay License

di Luca Redazione

I commenti dei lettori



Sfoglia:


Utilità:



Ultimi eventi inseriti
Approfondimenti
Barcellona: una citta' tutta da scoprire
Una delle citta' piu' passionali, colorate e vive di tutta...
Barcellona è da sempre considerata una delle città più passionali, colorate e vive di tutta...
Le blogger di iFood coinvolgeranno il pubblico con uno...
Appuntamento in Piemonte con le blogger di iFood Adele Gilardo e Germana Busca per lezioni di...
VI ASPETTIAMO NUMEROSI!!
NON PERDETEVI QUESTA BELLA GIORANTA ALL' INSEGNA DEL RELAX E DIVERTIMENTO X GRANDI E PICCINI!...
Redazionali
E' facile arrivare su spiagge bianche...
Offerte da meno di 400 euro per raggiungere la Capitale di...
Un clima gradevole in ogni mese dell'anno, spiagge di sabbia bianca tipica dei tropici e la...
Spiagge bianche, vegetazione tropicale...
Grazie alle proposte dei tour operators, paesi come Cuba,...
Il fascino del mondo e della cultura latina, la capacità di unire tradizioni locali le cui origini...
Dubai Shopping Festival 2016
Non solo compere: oltre un mese di spettacoli, primati da...
Il Dubai Shopping Festival è la maggiore manifestazione dedicata allo shopping del Medio Oriente...
Il meteo oggi nel Piemonte
Meteo Piemonte